Non resta che indignarsi

di Fernando M. Adonia da http://www.cataniapolitica.it

La questione morale esiste, eccome. Il parlamento autonomo siciliano non è all’altezza del nome che porta. Lo dice la condotta dei propri animatori, i nostri cari onorevoli. Anzi l’intera casta politica. Ieri viene arrestato Riccardo Minardo (Mpa). Secondo i pm – si legge questo nell’ordinanza di custodia- egli sarebbe accusato ““ di avere fatto parte di una associazione per delinquere finalizzata ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e il patrimonio ed in particolare: alle truffe aggravate ai danni dello Stato, di altri enti pubblici e della Comunità Europea”. La verità di queste ipotesi verranno vagliate in sede di dibattimento.

A fare compagnia a Minardo anche gli “onorevoli colleghi” Gaspare Vitrano (Pd) e Fausto Fagone (Pid), quest’ultimo coinvolto a novembre nell’inchiesta Iblis e tuttora detenuto. La lista dei politici siciliani inquisiti e arrestati è lunga: basti ricordare, tra i nomi più in vista, il Presidente della Regione Raffaele Lombardo e il fratello Angelo, coinvolti nell’inchiesta Iblis; l’ex presidente e senatore della Repubblica Totò Cuffaro, attualmente detenuto a Rebibbia. Il responsabile nazionale e componente dell’attuale governo, Saverio Romano, indagato per presunto “concorso esterno”.

Il meccanismo è guasto. La politica e i partiti in Sicilia (ma non solo) non riescono a garantire un profilo di “onorabilità e dignità” (Costituzione docet) agli eletti. Manca una criterio di selezione efficace. Non c’è volontà. Perdere voti non piace a nessuno, per questo vecchie logiche ormai incancrenite continuano a rigenerarsi. Sopratutto nelle competizioni regionali, unico luogo oggi che consente una conta dei voti su vasta scala. Ci troviamo dunque davanti agli stessi medesimi personaggi, e ai stessi meccanismi di raccolta del consenso.

Che fare, dunque? Lo sdegno è tanto. Alle ultime elezioni presidenziali regionali, un candidato minoritario propose il commissariamento della politica siciliana. Ipotesi dura, provocante. Ma a conti fatti, possiamo dire che avesse totalmente torto? Chi ha obiezioni in merito alzi il dito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...