Politica e informazione, in Sicilia è guerra tra giornali

di Fernando M. Adonia – da www.cataniapolitica.it

In Sicilia è guerra tra testate e giornalisti. Dal settimanale “Magma” parte un fuoco incrociato contro il gruppo editoriale 90100 di Palermo, proprietario del mensile “S” e del sito “LiveSicilia”. L’accusa è di connivenze con Marcello Dell’Utri e nostalgia per il sistema di potere di Salvatore Cuffaro. Accuse certamente pesanti. Che hanno fatto saltare dalla sedia Roberto Puglisi, analista palermitano e firma di primo piano del giornale on line in questione. A lui dunque il contrappunto al settimanale catanese diretto da Salvatore La Rocca. Non sta a noi però riproporvi il contenuto dei due interventi. Andateli a scovare da voi.

Il punto che a noi interessa vagliare verte su di un dato già più volte trattato proprio su CataniaPolitica, il raccordo tra politica e informazione. Bene. In un contesto assolutamente ordinato questi due poteri si collocano su due fronti differenti. Non nel senso che gli operatori delle informazione non debbano avere un orientamento politico e valoriale – questo è inumano- ma nel senso ciò che le testate dovrebbero servire a raccontare la realtà e non a dispensare colpi di clava a presunti o reali nemici politici. In Sicilia, il più delle volte non esistono giornalisti “puri”, proprio nell’accezione verginale. Molto spesso si scrive per rimodulare politicamente alcuni contenuti o per accreditarsi davanti ai potenti, indifferentemente dal loro colore politico. Pochi scrivono per amore dell’informazione. Questo è un dato desolante. Che si accompagna ad un altro fattore: mancano gli editori puri, quelli cioè che vogliono “far soldi” con l’informazione. Sembrerà un intento meschino, ma questa è l’opzione più naturale e sincera per chi vuol confezionare un prodotto giornalistico credibile.

Ma in Sicilia non c’è economia, quindi editoria. La maggior fonte di promozione economica parte dalla politica stessa, e dai soldi rilasciati attraverso i finanziamenti pubblici. Il quadro è semplice. Tutto è bloccato. Soprattutto manca il coraggio di spendersi e rischiare. Per questo chi fonda un giornale e più preoccupato a ricercare fondi e protezione, piuttosto che notizie. La realtà è questa, anche se non è sempre totalizzante. Così avviene che chi scrive in libertà, parlando di questioni serie e inviolabili, viene accusato di partigianeria. Viene denigrato e screditato. Ma quell’accusa non è vera, non può esserlo. É parziale, o meglio è un affondo da pretoriani. Cani da guardia sguinzagliati.

Ora tornando alla polemica di “Magma” il dato è semplice. La polemica nasce sul disappunto rispetto la presunta fuga di notizie relativa alle firme in procura sulla richiesta di rinvio a giudizio di Raffaele Lombardo. È legittimo pensarla così. Ma anche pensarla diversamente. Ogni notizia di per sé, tranne quelle prodotte in conferenza stampa, è una fuga. Dire che un informativa sia uscita per disorientare l’elettorato siciliano davanti al voto amministrativo di domenica scorsa è sociologicamente da dimostrare. Stiamo parlando di un solo capoluogo al voto, il resto centri di media entità. Aggiungiamo pure che il voto di opinione in Sicilia non ha mai avuto un grosso peso, dunque l’equazione non quadra. Il dato vero però è che le notizie sono “spifferi”. Non importa da dove provengano o come, una notizia ha valore per il suo contenuto. Dunque, ai lettori il giudizio. Certo, davanti a questo quadro scomposto fa riflettere l’iniziativa del senatore Idv Fabio Giambrione rilancia ieri sul Venerdì di Repubblica. La questione verterebbe su alcune presunte “anomalie” relative al quadro societario del giornale “Il Sud” e del sito “blogsicilia”, portale su cui sarebbero uscite appunte le anticipazioni dello scottante editoriale di Magma. Leggete dunqe, leggete tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...