Prg, Catania merita il commissario? Stancanelli dia un colpo di reni

di Fernando M. Adonia da http://www.cataniapolitica.it

Il comune di Catania ha i giorni contati. Nel vero senso della parola. Dopo quasi cinquant’anni dal piano Piccinato (1962), è stata la regione siciliana ha mettere una parola decisiva per l’approvazione del prossimo prg e smuovere le acque.

Il dipartimento regionale all’urbanistica ha inviato infatti una lettera al sindaco Stancanelli , al presidente del consiglio Marco Consoli e allo stesso senato cittadino, affinché entro trenta giorni siano chiariti alcuni punti relativi al tanto atteso piano regolatore. In caso contrario verrà inviato a Catania un commissario ad acta.

Il rischio è dunque commissariare la città di Catania, in quanto sistema. Forse ce n’è davvero bisogno. Chissà. Ma non sta a noi rispondere a questo interrogativo. Tale ipotesi però certamente non può essere considerata come autoritaria, soprattutto dopo mezzo secolo di rinvii. E sopratutto se si tiene in considerazione che il presidente della Regione -nel bene o nel male- è un catanese di adozione. L’ultimatum della regione non può dunque essere visto come invasivo, ma necessario. Dall’altra non si può pensare che questa amministrazione, a cui non può essere imputato ovviamente un cinquantennio di attesa, possa gettare la spugna davanti ad una spada di damocle simile. In questa 30 giorni l’amministrazione Stancanelli ha tutta la possibilità di fare ciò che altri non hanno avuto il coraggio di fare. Questo potrebbe essere uno stimolo. Una terapia d’urto.

Approvare il piano regolatore generale significherebbe dare un senso ad una amministrazione che, a causa del risanamento, non ha potuto brillare. Colpevole pure un quadro politico arlecchinesco, ove tutte i risultati elettorali sono stadi in certo modo stravolti. Ma non si può discutere ulteriormente, non sipuò litigare ancore. La classe politica ha i giorni contati per dare delle risposte alla città. I riflettori devono essere puntati tutti sul consiglio, incapace il più delle volte di arrivare al numero legale. Scaduti i termini sarebbe il caso di dire che il Commissario ce lo meritiamo tutto. E a quel punto, i responsabili di tele vergogna, dovrebbero avere la decenza di abbandonare la vita politica. Senza tentennamenti o rimpianti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...