Album di un secolo. Marco Iacona sfoglia il ‘900. Lo sguardo si ferma sulle icone postideologiche.

«Cos’hanno in comune, oggi, il socialista Jack London , il poeta libertario Garcia Lorca, la bandiera degli omosessuali Maria Callas, l’ex trotzkista Simone Weill e l’ubriacone Charles Bukowski?». Marco Iacona ce lo spiegherà venerdì 30 Marzo, dalle ore 19.00 al Durden, in Via San Gaetano, a Catania. Intervistato da Fernando M. Adonia, l’autore di  Album di un secolo. Icone di un novecento postideologico (Rubbettino, pp. 246, € 14), parlerà  “di un secolo senza nemici né alleati, imprevedibile, aperto come un film di Woody Allen”. E lo farà attraverso alcune icone di libertà, personaggi che hanno attraversato il ‘900 nonostante i suoi conflitti e le sue contraddizioni.  Dopo  i “Fascisti immaginari” di Luciano Lanna e Filippo Rossi e “Il fascista libertario” sempre di Lanna, arriva un saggio contributo, figlio anch’esso della fucina culturale del “Secolo d’Italia”, che mette definitivamente in chiaro l’idea di una novecento intensamente vissuto “oltre la desta e la sinistra”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...