Assassini di Melissa? Mafia o ‘cupola nera’, Unica certezza: Bastardi.

Una bomba “anomala”, per dirla con il ministro degli Interni Cancellieri. Un momento storico complicatissimo. Nervi sempre più a fil di pelle. Una  “figlia di madre” che non c’è più. Melissa Bassi era bella, giovane e creativa. Ora è un simbolo. Dell’innocenza, in primo luogo: straziata in assenza di alcun movente, di nessuna colpa. Ma anche della verità. Si, di quella che non deve tardare a venire. Vogliamo i colpeveli. Vogliamo i mandanti. Vogliamo Giustizia. Se chi vi scrive non fosse fermamente convinto che la pena di morte sia un crimine, la invocherebbe. Ma non lo farà. Cedere all’emozioni non serve a nessuno. Né a Melissa, né ad una comunità nazionale violata nella speranza del proprio futuro: una studentessa. Ed è proprio straordinario che ieri tanti giovani siano scesi in Piazza per dire no alla Barbaria. Ci hanno messo la faccia. Non c’è stato alcun filtro dei social network, non c’è stata alcuna apatia protetta dagli schermi dei pc: ma sguardi veri, bagnati da lacrime e rabbia.

Chiunque sia stato è un bastardo. Questa è la sola certezza che il tempo presente ci dona. Che sia un pazzo, un terrorista, un mafioso o una protesi di quella “cupola nera” descritta  da Enzo Di Frenna ieri su  Il Fatto Quotidiano, è tutto da chiarire. In tempi celeri e “certi”, questo è il nostro unico augurio. Questa sarà forse la nostra unica consolazione. Ora Melissa è nel  ‘pantheon dei martiri’ con accanto  Falcone,  Borsellino, le vittime di Portella delle Ginestre e le anime straziate di quel maledettissimo 2 Agosto a Bologna. Molto poco è stato chiarito su quei fuochi sparati. Ma la chiarezza, quella sì, di chi ha chiesto Giustizia, è figlia del Bene. Diamole risposta. Lo Stato faccia la sua parte.

Fernando Massimo Adonia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...