Vero, vero, vero. Ma sbagliate!

Torniamo sui tanto vituperati “inchini”. Quelli mafiosi, per capirci. Tanto, Schettino ormai è salito in cattedra. Saranno quindi gli altri ad inchinarsi ai suoi desiderata. Riprendiamo – allora – da dove eravamo rimasti. L’uomo comune dice: Continua a leggere Vero, vero, vero. Ma sbagliate!

Annunci

L’intervista a Nino Raspanti

Raspanti.stamp

Acireale – “Basta funerale in chiesa per i mafiosi”. Il monito lanciato proprio un anno fa da monsignor Nino Raspanti, vescovo della città dei cento campanili, ha fatto il giro d’Italia. Una presa di posizione accolta con favore dall’opinione pubblica. Anche se non sono mancati gli accenti polemici. Continua a leggere L’intervista a Nino Raspanti

Julius Evola. Un pensiero per l’età oscura.

Evola_copertina

Dalla quarta di copertina. Tradizione integrale, magia e politica. C’è un filo rosso, un interrogativo, che fa da sfondo all’intera opera di Julius Evola: nell’età moderna o – per dirla con le stesse parole del barone romano – nel Kali Yuga, l’età oscura, come può l’uomo accedere alla realizzazione spirituale? Tutte le sfaccettature del personaggio evoliano, dal pittore dada al teorico dell’individuo assoluto, dallo studioso della spiritualità originaria al filosofo della contestazione, sono il tentativo di rispondere a tale quesito. Il pensatore Evola ha sempre riposto nel soggetto, nell’«Io», il cardine della propria ricerca ideale. Dagli anni giovanili, segnati dalla personalissima ricezione dell’idealismo tedesco, che ha portato alla stesura della Teoria e fenomenologia dell’individuo assoluto; fino all’elaborazione del profilo “dell’individuo differenziato” di Cavalcare la Tigre. In questo percorso la speculazione evoliana è stata arricchita dallo studio di alcune delle grandi correnti dell’esoterismo tradizionale che ne hanno influenzato il pensiero. Un viaggio metafisico tra Oriente e Occidente. Attraverso il buddismo delle origini, la dottrina dei Tantra, la ricerca del sacro Graal e la via ermetica. Sforzi che aggiungono alla personalità di Julius Evola una sfaccettatura ulteriore, quella di storico del pensiero esoterico. Tratto ancora poco esplorato dagli studiosi del filosofo tradizionalista.

Continua a leggere Julius Evola. Un pensiero per l’età oscura.

Ripartire dalla lotta alla Droga. La destra non sia indifferente al monito di Francesco

Appunti persi. Chiamiamoli scorci d’estate. Una piccola pagina mai pubblicata, ma che torna alla mente per un motivo ben  preciso: in pochi hanno badato a queste parole di Bergoglio. In fondo le ha dette. E sono pure “scorrette”. In questa fase di frenesia, sono state però obliate. Il motivo di questo sbianchettamento, come di altre prese di posizione troppo poco “prog”, resta ignoto.

Image

Ci voleva davvero un Papa sudamericano a ricordare sia ai più giovani intervenuti alla Gmg di Rio, ma anche, e ovviamente, a tutto il mondo, che le droghe sono di per se un male: «Non è con la liberalizzazione delle droghe – ha detto Francesco, in visita all’ospedale São Francisco de Assis, specializzato nella cura delle tossicodipendenze – che si potrà ridurre la diffusione e l’influenza della dipendenza chimica». Parole inequivocabili, che reinseriscono la lotta alle tossicodipendenze tra le urgenze della predicazione pontificia. Una sentenza urlata, quasi con disperazione, che non poteva trovare podio migliore se non dalle “bassezze” desolanti di un luogo destinato alla cura della sofferenza umana.

Continua a leggere Ripartire dalla lotta alla Droga. La destra non sia indifferente al monito di Francesco

Il Silenzio del sabato Santo. Gesù scende agli inferi.

Descendit ad Inferos
Descendit ad Inferos

Non solo nel corpo. Ma anche nell’animo. Gesù sperimenta la totale distanza dal padre. Vive la morte nella sua pienezza. Si fa totalmente solidale col peccatore, accettando la radicalità della sua condizione.

“Come nella Egli fu solidale con i viventi, altrettanto lo fu nel sepolcro con i morti, laddove bisogna lasciare a questa “solidarietà” Continua a leggere Il Silenzio del sabato Santo. Gesù scende agli inferi.

L’Italia sull’orlo del suicidio

Quello della crisi  di nervi è già stato superato da tempo. Il nuovo orlo è proprio il suicido, il baratro più atroce entro il quale la mente umana rischia di franare. Col suicidio crolla ogni velleità razionalizzante e sorgono degli interrogativi agghiaccianti. Dall’inizio della Grande crisi, la tempesta finanziaria, si è ormai perso il conto degli imprenditori, artigiani, commercianti e operai che si sono tolti la vita o

Continua a leggere L’Italia sull’orlo del suicidio

Paolo Borsellino, eroe nazionale

di Fernando M. Adonia da http://fascinazione.blogspot.com/ (il blog di Ugo Maria Tassinari)

Questo articolo è vecchio di due anni. Tratta del rapporto simbiotico tra la destra giovanile siciliana e Paolo Borsellino. Questo è certamente un periodo incerto. La mancanza di senso e fondamento è palese. Ricordarci degli eroi, quelli veri, può sicuramente aiutarci a uscire indenni dal pantano attuale. Buon lettura dunque. Continua a leggere Paolo Borsellino, eroe nazionale