Il suicidio al tempo della crisi. Ovvero, “distruzione in porzione singola”

fuoco

di Fernando M. Adonia – “S” come suicidio. (s.m). O anche: ammazzarsi, togliersi la vita, farla finita, autodistruzione, salto nel vuoto, gesto terribile, gesto irreparabile, la stessa fine di Giuda, un tabù, meglio-non-parlarne.  Nei fatti l’esito di questi gesti è sempre  uguale a sé stesso: la morte. Continua a leggere Il suicidio al tempo della crisi. Ovvero, “distruzione in porzione singola”

Annunci

L’Italia sull’orlo del suicidio

Quello della crisi  di nervi è già stato superato da tempo. Il nuovo orlo è proprio il suicido, il baratro più atroce entro il quale la mente umana rischia di franare. Col suicidio crolla ogni velleità razionalizzante e sorgono degli interrogativi agghiaccianti. Dall’inizio della Grande crisi, la tempesta finanziaria, si è ormai perso il conto degli imprenditori, artigiani, commercianti e operai che si sono tolti la vita o

Continua a leggere L’Italia sull’orlo del suicidio