Assassini di Melissa? Mafia o ‘cupola nera’, Unica certezza: Bastardi.

Una bomba “anomala”, per dirla con il ministro degli Interni Cancellieri. Un momento storico complicatissimo. Nervi sempre più a fil di pelle. Una  “figlia di madre” che non c’è più. Melissa Bassi era bella, giovane e creativa. Ora è un simbolo. Dell’innocenza, in primo luogo: straziata in assenza di alcun movente, di nessuna colpa. Ma anche della verità. Si, di quella che non deve tardare a venire. Vogliamo i colpeveli. Vogliamo i mandanti. Vogliamo Giustizia. Se chi vi Continua a leggere Assassini di Melissa? Mafia o ‘cupola nera’, Unica certezza: Bastardi.

Annunci

Maggio 1992. Ritorno al Futuro. Il cartaceo de Il Meridianista.

E’ solo un giornale di scena, non preoccupatevi. Mario Ciancio non tema nuovi concorrenti. Almeno per ora. Ma la vera notizia è un’ altra: questo foglio è servito per le riprese del nuovo cortometraggio di Giovanni Virgilio (produzione MovieSide). Dopo il successo dello scorso anno al Festival del cinema di Venezia di My name is Sid (soggetto di Ottavio Cappellani), Giovanni Virgilio ha in cantiere una nuova fatica che verrà presentata l’11 Febbraio. Per adesso nessuna anticipazione. Ma secondo i rumores si tratterebbe di una vicenda che tocca nel cuore la coscienza siciliana. Continua a leggere Maggio 1992. Ritorno al Futuro. Il cartaceo de Il Meridianista.

Paolo Borsellino, eroe nazionale

di Fernando M. Adonia da http://fascinazione.blogspot.com/ (il blog di Ugo Maria Tassinari)

Questo articolo è vecchio di due anni. Tratta del rapporto simbiotico tra la destra giovanile siciliana e Paolo Borsellino. Questo è certamente un periodo incerto. La mancanza di senso e fondamento è palese. Ricordarci degli eroi, quelli veri, può sicuramente aiutarci a uscire indenni dal pantano attuale. Buon lettura dunque. Continua a leggere Paolo Borsellino, eroe nazionale

Una fiaccola contro il pizzo!

di Fernando M. Adonia da http://www.cataniapolitica.it

“Chiudo. Me ne vado da Catania”. Creano scalpore le dichiarazioni di Maurizio Di Stefano, proprietario del bookshop “Librando” di Via Teramo, vittima il 24 aprile di una intimidazione incendiaria riconducibile al racket delle estorsioni. «Non voglio fare crescere mia figlia in Continua a leggere Una fiaccola contro il pizzo!