Israele. Da ora Playboy è anche in ebraico.

playboyisrael

Fernando M. Adonia – C’è un ebraico antico e un ebraico moderno. Un po’ come il latino con l’italiano. Stessa regola vale per il greco. I nostri cugini ellenici, oggi, non parlano mica alla stessa maniera di Platone e Aristotele. E neanche pensano più allo stesso modo. Nulla di strano, le lingue si evolvono. Anche in maniera diversa tra loro. Il caso dell’ebraico ha però una storia a sé. Poiché tra la diaspora del ’70 d.c. e la fondazione dello stato d’Israele, la lingua dei padri è rimasta in uso durante le sole funzioni religiose. Prima del 1948, gli ebrei nel mondo parlavano le lingue dei paesi d’accoglienza. Continua a leggere Israele. Da ora Playboy è anche in ebraico.

Annunci