Il peccato originale di Alfano

di Fernando M. Adonia da http://www.thefrontpage.it

La prima vittoria politica di Alfano arriva proprio dalla sua amata Sicilia. Con il rientro di Ronchi ma soprattutto di Adolfo Urso e Pippo Scalia tra le schiere del Pdl, la classifica personale del neosegretario azzurro prende punti. Il lancio della crociata neo-popolare e la ‘reconquista lealista’ dell’unità moderata iniziano Continua a leggere Il peccato originale di Alfano

Annunci

Autonomia, impressioni evolute.

di Fernando Massimo Adonia

Soddisfazione in casa Mpa a chiusura della prima giornata di lavori dell’assemblea regionale autonomista. Il movimento  fondato da Raffaele Lombardo è giunto ormai alla sua“naturale evoluzione”: “costituire un Continua a leggere Autonomia, impressioni evolute.

Sessantuno a zero o sei-uno-zero?

di Fernando M. Adonia da www.cataniapolitica.it

Miccichè esce dal Pdl. Dov’è la notizia, dov’è la novità? La Forza del Sud è già una realtà da tempo. Con nomi eccellenti. Pensate che uno degli esponenti di punta a Catania è il parlamentare Salvo Fleres, liberal forzaitaliota della prima ora. Ma la questione è un altra: Continua a leggere Sessantuno a zero o sei-uno-zero?

Primarie si, ma dove sono i partiti?

di Fernando M. Adonia – da www.cataniapolitica.it

Primarie pdl? Ma si, primarie ovunque. La proposta di Giuseppe Castiglione, presidente della provincia regionale di Catania e collega di Domenico Nania nel coordinamento del pdl siciliano, è davvere degna di nota. Sicuramente intercetta un sentire decisivo dell’elettorato attuale. Una formula vincente.  Come dimostrano le elezioni di Pisapia a Milano, ma anche Continua a leggere Primarie si, ma dove sono i partiti?

Il pacifismo dei feddayin padani

di Fernando M. Adonia da www.thefrontpage.it

Il governo italiano dichiara guerra alla Libia. E, per tutta risposta, i feddayin padani, da sopra la linea gotica, sgambettano l’Esecutivo. È già, il governo Berlusconi rischia di cadere  sotto la raffica di due fuochi, amico e nemico assieme. Ma alla fine se ne uscirà invitto, al massimo con qualche ferita. Mettiamoci il cuore in pace. Continua a leggere Il pacifismo dei feddayin padani

Di “toghe” e “Ruby” non ce ne frega nulla.

Di Fernando M. Adonia

La voglia è di dire basta. Della guerra fredda  permanente tra toghe e politica non se ne può più. Come non se ne può più della lotta a tutto campo tra Berlusconi e gli “anti”. Per gli italiani, per i più  giovani, le questioni più urgenti sono le notti al bunga-bunga o un’ipotetica riforma della Giustizia? La risposta è no. Continua a leggere Di “toghe” e “Ruby” non ce ne frega nulla.

Facciamo del “25 Aprile” la festa della libertà

di Fernando M. Adonia da www.fascinazione.tk

Il rischio è di scrivere qualcosa di inutile. E allora non leggete. Ma il rischio è anche di scrivere qualcosa che potrebbe non piacere a tutti. E allora che si fa, si sta zitti? No, non conviene. E allora diciamola: Basta con “l’anti 25 Aprile”!  Che non significa  dire “Viva!”.Tutt’altro. Una festa di libertà dovrebbe  in primo luogo creare unità. Può dunque la memoria di una guerra partigiana -quindi di “parte”- creare sintonia e sintesi? Sembra una contraddizione in termini. E non solo, anche perché la Storia dice altro.  Appunto perché una buona fetta della nazione italiana non si è mai riconosciuta in quei fasti. L’Italia “alta” ne dovrebbe prendere atto. Ma anche gli sconfitti, però, se ne dovrebbero fare una ragione. La guerra è persa e le generazioni sono passate. Continua a leggere Facciamo del “25 Aprile” la festa della libertà