Un sano e scorretto ritorno alla volgarità (cioè al popolo)

Mai come in questo Europeo le tensioni in campo hanno fatto da tornasole alle scaramucce tra stati sovrani. Bene che sia così. Di guerre non se ne fanno più e non se ne può neppure parlare. E’ il segno dei tempi. Gli sbarchi di oggi si chiamano guerre speculative. Che attenzione però, di vittime ne mietono lo stesso. E non è un sofisma di linguaggio. La crisi di oggi è crisi vera, esistenziale. Cappio al collo e corda tesa. Non è come quando si decise sul tavolo del consesso dei paesi perbene di chiamare i ministeri della guerra in ministeri della difesa. Continua a leggere Un sano e scorretto ritorno alla volgarità (cioè al popolo)

Annunci

L’Italia sull’orlo del suicidio

Quello della crisi  di nervi è già stato superato da tempo. Il nuovo orlo è proprio il suicido, il baratro più atroce entro il quale la mente umana rischia di franare. Col suicidio crolla ogni velleità razionalizzante e sorgono degli interrogativi agghiaccianti. Dall’inizio della Grande crisi, la tempesta finanziaria, si è ormai perso il conto degli imprenditori, artigiani, commercianti e operai che si sono tolti la vita o

Continua a leggere L’Italia sull’orlo del suicidio